Il parco nazionale del Pollino

Le piante officinali del parco nazionale del pollino

Le piante officinali sono conosciute ed utilizzate fin dall'antichità per le loro proprietà curative, oggi confermate da ricerche scientifiche. Ne esistono di tantissime varietà utili a fronteggiare i più comuni disturbi grazie a sostanze in esse contenute.

Il Parco Nazionale del Pollino

Piante, erbe officinali Parco Pollino

Le piante medicinali: in nostro aiuto fin dai tempi remoti

Nel corso dei secoli le piante medicinali, utilizzate in diverse terapie, hanno contribuito a dare un enorme beneficio al corpo umano. Il Parco del Pollino è da considerarsi come territorio ideale per la crescita di piante ed erbe officinali che nascono in maniera del tutto spontanea nei piani ad alta quota.

Le essenze officinali più comuni sono: l'Alloro, l'Aneto, l'Assenzio, la Bardana, la Belladonna, la Borraggine, la Camomilla, la Carota selvatica, l'Edera, la Gramigna, l'ortica, il Cardo mariano, la Carlina, la Coda cavallina, la Farfana, la Genzianella, la Lavanda, il Lentisco, la Malva, la Menta, l'Origano, il Pungitopo, la Rosa canina, la Salvia, la Saponaria, il Timo e per ultimo ma non il minore il Verbasco.

Alcune erbe e piante officinali del Parco del Pollino, proprietà

Alloro

L'alloro è un sempreverde tipico della macchia mediterranea. Il suo fiore è giallo ed odoroso e viene usato come disinfettante. Le foglie sono usate in cucina per aromatizzare i cibi. Viene usato anche per preparare decotti digestivi o pediluvi.

Aneto

L'aneto è una pianta dai fiori giallo-verdastro. E' utilizzato per le sue proprietà carminative favorendo l'espulsione dell'aria che si è accumulata nello stomaco e nell'intestino (aerofagia) e lenisce i dolori (coliche) da essi derivanti. È anche un ottimo rimedio naturale contro l'alitosi e l'insonnia.

Camomilla

La camomilla è probabilmente il rimedio naturale più noto per le qualità calmanti, lenitive e blandamente sedative. La camomilla è un efficace miorilassante, utile in caso di crampi intestinali e dolori mestruali. Le tisane a base di camomilla aiutano, inoltre, a eliminare i gas intestinali e favoriscono la digestione.
La camomilla ha proprietà antinfiammatorie, antipiretiche e antimicotiche. Anticamente veniva applicata sulle ferite per favorirne la cicatrizzazione e prevenire le infezioni. È ricca di flavonoidi, sostanze notoriamente antiossidanti.

Cardo Mariano

Il cardo mariano è noto per le sue proprietà protettive sul fegato, la sua azione antiossidante, anti-infiammatoria e antivirale.
Secondo alcuni studi le sostanze presenti nel cardo mariano hanno proprietà galattogene, cioè in grado di stimolare la produzione di latte materno in donne puerpere.
Secondo la medicina popolare, il cardo mariano è dotato di proprietà antiemorragiche e, per questo motivo, può aiutare a combattere le emorroidi.

Ginepro comune

Il ginepro comune è un arbusto dal frutto di colore violaceo impiegato nella produzione del liquore (gin). In medicina è utilizzato come depurativo, per curare malattie respiratorie, delle vie urinarie e reumatiche.

Ginestra minore

La ginestra minore ha fiori di colore giallo intenso e cresce nei boschi. I suoi semi in piccole quantità hanno qualità diuretiche e purgative. La ginestra è anche un ottimo colorante per i tessuti.

Lavanda

La lavanda ha proprietà antiemetiche, antisettiche, analgesiche, battericide e vasodilatatorie. Il suo olio essenziale aggiunto nell'acqua del bagno aiuta a rilassarsi. I suoi fiori anche da secchi conservano il loro aroma, perciò vengono usati per profumare la biancheria nei cassetti.

Lentisco

Per uso interno, l'olio di lentisco agisce come vitaminico e antiossidante contro i radicali liberi, responsabili dell'invecchiamento cellulare con un'azione antiage; è indicato anche per regolare i livelli ematici di colesterolo, per la sua ricchezza in acidi grassi essenziali polinsaturi. Le moderne ricerche della fitoterapia confermano l'uso popolare dell'olio di lentisco come cicatrizzante e risolvente per foruncoli, herpes, piccole fessurazioni delle dita. Indicato in presenza di dermatiti, eczemi, come emolliente e rigenerante della pelle, antibatterico e antimicotico.

Malva

La malva ha fiori di colore rosaceo con striature scure. E' utilizzata come emolliente e calmante delle infiammazioni delle mucose. Il nome deriva infatti dal latino e significa molle, capace di ammorbidire. Inoltre la malva ha proprietà lassative, antiflogistiche e oftalmiche. In Cucina si usano i germogli, i fiori freschi o le foglioline.

Menta

La menta è una pianta utile per trattare problematiche legate all'apparato gastro-intestinale ed epatico-pancreatico. È un buon tonico per il sistema nervoso e cura la pelle in caso di acne e pruriti. Inoltre, è nota per essere un buon rimedio all'alitosi ed è anche impiegata per regolarizzare il ciclo nel caso di mestruazioni scarse e dolorose. La menta è anche un ottimo come repellente contro gli insetti.

Origano

Se ne utilizzano soprattutto le foglie, ricche di fenoli – il timolo e il carvacloro – che stimolano la digestione. È anche antispasmodico, antisettico, vermifugo, calmante, analgesico ed espettorante. Efficace rimedio per il mal di gola. In caso di raffreddore si possono fare inalazioni con olio essenziale di origano, oppure ancora preparare un infuso e berlo più volte al giorno.
Avrebbe anche proprietà antiossidanti, soprattutto l'olio essenziale. Efficace azione antiparassitaria soprattutto verso gli agenti intestinali.

Papavero selvatico

Il papavero selvatico, ad esempio, ha proprietà sedative e antispasmodiche e se ne usano i petali e le capsule vuote per fare sciroppi e tisane utili in caso di tosse, insonnia e stati di eccitazione nervosa.

Rosa canina

La rosa canina deve il nome canina a Plinio il vecchio il quale affermava che un soldato romano fu guarito dalla rabbia con un decotto delle sue radici. È un arbusto spinoso, antenato delle nostre rose coltivate. E' ricca di vitamina C ed è anche un astringente intestinale, antidiarroico, vasoprotettore e antinfiammatorio.

Salvia

La salvia (Salvia officinalis) è una pianta utilissima per le sue proprietà antisettiche, antinfiammatorie e diuretiche. La salvia viene impiegata in tutti i disturbi femminili come la sindrome premestruale e contro i disturbi della menopausa (in particolare le vampate di calore). Favorisce il flusso mestruale in caso di amenorrea. E' utilizzata nelle affezioni dell'apparato gastrointestinale ed utile in caso di intestino irritabile.
I preparati a base di salvia sono efficaci per combattere tutte le forme di catarro grazie alla presenza dell'olio essenziale dalle proprietà antisettiche e balsamiche.

Tarassaco

Il tarassaco è un alleato per il benessere del fegato e per la digestione. Usato tradizionalmente in caso di calcoli biliari e per stimolare l'attività epatica e della colecisti. Gli steli del tarassaco, consumati freschi, sembrano portare sollievo in caso di dolori epatici. Gli effetti benefici del tarassaco sul fegato favoriscono anche l'eliminazione biliare del colesterolo in eccesso, rendendo questa pianta un aiuto in caso di colesterolo alto. Il tarassaco ha azione fluidificante sul sangue: per questo motivo sembra essere un valido rimedio naturale in caso di vene varicose degli arti inferiori.

Timo

Il timo è inoltre considerato un tonico ed uno stimolante dell'apparato digerente. È inoltre ritenuto da parte della medicina alternativa come un vero e proprio antibiotico naturale e un diuretico. Al timo vengono infine attribuite significative proprietà antiossidanti nella protezione delle membrane cellulari. Al timo vengono attribuite proprietà balsamiche, anticatarrali ed antisettiche.

Escursioni nel Parco Nazionale del Pollino

Scopri i sentieri e gli itinerari di escursionismo del Parco Nazionale del Pollino e trascorri una giornata immerso nella natura. Escursioni mozzafiato!

PER INFORMAZIONI E PRENOTAZIONI CONTATTA L'A.S.D. POLLINO TRAIL: