Tecniche sportive

Manovre di alpinismo - progressione su ghiaccio

Piolet Traction - progressione fondamentale

La piolet traction è una delle piu moderne tecniche di progressione che utilizza le punte frontali dei ramponi e le piccozze per innalzarsi.

Manovre di Alpinismo

tecniche di progressione su ghiaccio: piolet traction, progressione fondamentale

Progressione fondamentale

Ambientazione

Breve muretto di ghiaccio con inclinazione di circa 70°/75°. Lunghezza di corda per salire in moulinette, della stessa pendenza.

Descrizione

Dalla posizione base abbassare il bacino, staccandolo dalla parete, fino ad appendere il busto agli attrezzi. Con tre o quattro piccoli passi, il primo dei quali al centro rispetto alle braccia (piccozze), alzare i piedi fino a ritrovarsi con la testa all'altezza delle piccozze o poco sopra.
Ogni volta che si pianta il rampone si deve spingere e stendere la gamba, di conseguenza le braccia si chiudono progressivamente. In questa fase, per alzare un piede, si dovrà spostare il peso (bacino) sulla verticale del piede fermo; questi continui spostamenti del baricentro da destra a sinistra e viceversa verranno fatti ricercando la massima fluidità di esecuzione possibile, sforzandosi di non interrompere mai il movimento.

Piolet traction - progressione fondamentale

Raggiunta con i piedi la posizione finale, bisognerà spingere con il bacino contro la parete e, inspirando, si ripianteranno il alto le piccozze tornando alla posizione base.

Piolet traction - progressione fondamentale

Progressione fondamentale con spaccata

Ambientazione

Breve muretto di ghiaccio con inclinazione di circa 75°/80°. Lunghezza di corda per salire in moulinette che presenti piccoli diedri, canaletti o strutture che favoriscano o richiedano la progressione in spaccata.

Descrizione

Dalla posizione base abbassare il bacino, staccandolo dalla parete, fino ad appendere il busto agli attrezzi. Con tre o quattro piccoli passi, il primo dei quali al centro rispetto alle braccia (piccozze), alzare i piedi fino a ritrovarsi con la testa all'altezza delle piccozze o poco sopra; i piedi saranno più larghi (in spaccata) rispetto alla posizione di partenza. Raggiunta questa posizione, spingere il bacino contro la parete, staccare busto e spalle e ripiantare in alto le piccozze

Piolet traction - progressione fondamentale in spaccata

Possiamo chiamare questa posizione: posizione base in spaccata. Il movimento avrà le stesse modalità di quello descritto in precedenza, ma la cosa più importante sarà quella di compiere il primo spostamento del piede verso il centro in orizzontale e non direttamente verso l'alto; se i piedi non sono alla stessa altezza, quello che si sposta per primo è quello più alto.
Nei diedri e in tutte le occasioni di arrampicata interna fra colonne di ghiaccio, si possono anche utilizzare i fianchi e la schiena per creare una opposizione alla spinta laterale dei piedi. La spinta con il gomito appoggiato al ghiaccio permette la "sostituzione" della gamba corrispondente e il suo sollevamento anche da posizioni in cui è possibile spostare il baricentro.

Progressione base a triangolo e chiodatura

Ambientazione

Breve muretto di ghiaccio con inclinazione di circa 75°/80°.

Descrizione

La posizione base a triangolo dà la possibilità di assumere una posizione di equilibrio e di riposo basata non più su quattro punti fissi ma su tre (un braccio e i due piedi). I piedi verranno posti alla stessa altezza e la piccozza piantata più in alto della testa lungo l'asse che passa per la testa, il bacino ed il centro dei piedi (Fig.1).
Piantare la piccozza sopra la testa, quindi posizionare i piedi in modo da formare un triangolo isoscele; le gambe saranno leggermente divaricate ma non troppo larghe e le ginocchia flesse. Il bacino ben spinto contro la parete e il busto e le spalle staccati dal ghiaccio (Fig.2). Il braccio alto (braccio principale) verrà a trovarsi in posizione semi tesa, l'altra piccozza piantata più in basso non contribuisce all'equilibrio.
Da questa posizione staccare la mano dalla dragonne della piccozza più bassa, prendere un chiodo da ghiaccio e piantarlo all'altezza dell'ombelico per fare forza contro il ghiaccio (Figg.3-4). Più il chiodo verrà posizionato in alto o lateralmente, maggiore sarà la fatica ad avvitarlo.

Piolet traction - Progressione base a triangolo e chiodatura

ATTENZIONE: le indicazioni contenute o riconducibili a questa pagina sono state sintetizzate ed hanno unicamente lo scopo di fornire informazioni di base sulle tecniche sportive. Per un apprendimento pratico e completo delle tecniche e delle manovre affidarsi ad un istruttore o corso per sviluppare una conoscenza più approfondita e consapevole.

Fotografie di montagna di Gilberto Peroni

Progressione su ghiaccio

GALLERIA FOTOGRAFICA