Grotta di Donna Marsilia | Parco del Pollino

Le mura di Sassone e la Grotta di Donna Marsilia

Nel territorio di Morano Calabro a confine con il comune di San Basile si trova l'altura di Sassone. Questa altura è circondata da una cinta muraria, in quella che originariamente doveva essere la porta di ingresso occidentale, presenta dei pilastri ancora in piedi. Il sito archeologico di Sassone è famoso non solo per la mura e per le chiese che vi si trovavano all'interno ma anche per scoperta, nel 1860 nella gola alle falde dell'altura di Sassone, della cosiddetta grotta di Donna Marsilia, usata come necropoli durante il Neolitico fino all'età del bronzo.

Famosa una leggenda popolare, riferita alla maga "donna Marsilia", che con vari inganni attirava gli uomini per poi divorarli. Questa leggenda è stata avvalorata da ritrovamenti di ossa umane.
All'interno di una cavità con un ingresso spazioso che si restringe nello spazio di pochi metri, e che continua per circa 10 metri in ripida discesa e quindi scomoda come abitazione, sono state ritrovate un cranio slegato dallo scheletro, una tazza emisferica, uno scodellone decorato che trova riscontro con le ceramiche decorate trovate in Sicilia nei giacimenti dell'età dei metalli. Gran parte dei reperti sono custoditi al Museo Archeologico di Reggio Calabria.

Visite guidate alle grotte rupestri del Parco Nazionale del Pollino

PER INFORMAZIONI E PRENOTAZIONI CONTATTA L'A.S.D. POLLINO TRAIL:

Rimani aggiornato sulle nostre attività

Con la registrazione al servizio di newsletter, l'indirizzo email dell'utente viene inserito in una lista di contatti a cui potranno essere trasmessi messaggi email contenenti informazioni o aggiornamenti sulle attività svolte dalla associazione Pollino Trail, nel rispetto delle regole e dei principi previsti dal GDPR Reg. 679/16. L'utente ha la facoltà di rettificare, cancellare, limitare o opporsi all'uso e al trattamento dei dati personali raccolti. Per la lettura della informativa sulla privacy completa visitare la pagina "privacy policy".