Attivita' e sentieri del Parco Nazionale del Pollino

Escursioni Parco Pollino

Itinerio escursione: Madonna di Pollino (m 1537) / Fosso Iannace / Piano di Iannace / Sorgente Pitt Accurc' / Serra di Crispo (m 2053)

La cresta di Serra di Crispo venne definita da Giorgio Braschi (autore di svariati testi sul Pollino) "il Giardino degli Dei": camminando tra pini ciclopici sembra di essere entrati nella dimora di qualche divinità mitologica.

Escursione Madonna di Pollino Serra Crispo

Itinerario escursione: Madonna di Pollino (m 1537) - cima Serra di Crispo (m 2053)

Caratteristiche del sentiero

  • AREA GEOGRAFICA: Valle del Frido
  • DIFFICOLTA': E
  • DISLIVELLO: 503 m
  • RIFORNIMENTO IDRICO: Sorgente Pitt Accurc' (Piano Iannace)

ATTENZIONE: tutti gli itinerari inseriti all'interno di questo sito sono "percorsi guidati" e non percorsi segnati. La Pollino Trail APS non si assume alcuna responsabilità nei riguardi di chi, seguendo le nostre descrizioni, percorre gli itinerari escursionistici in maniera autonoma.

Il sentiero si prende seguendo il fondo del canalino terroso che scende di fianco al Rifugio Pollino.
Dopo una breve discesa di pochi metri il percorso si fa orizzontale e poi procede in leggera salita alla base delle ripide pareti rocciose che incombono a sinistra.

Si procede senza difficoltà seguendo il tracciato evidentissimo attraverso due bellissime radure pianeggianti; una breve discesa conduce fino ad un suggestivo gruppo di rocce che si aggirano sulla sinistra (begli esemplari di abete bianco).
Quindi una ripida discesa porta al Fosso Iannace che si costeggia per qualche decina di metri fino al guado.

Superato il ruscello, il sentiero diviene quasi pianeggiante dopo una brevissima, ripida salita iniziale.
Dopo circa 200 metrisi trova sulla destra il ripido tratto pietroso che in altri 200 metri circa di percorso risale fino alla bassa faggeta che ombreggia i dolci pianori in leggera salita della parte occidentale del Piano di Iannace
. Si prosegue in leggera salita senza percorso obbligato fino ad uscire dal bosco rado sui prati che conducono alla sommità del dosso da cui si domina il piano.

Raggiunto il Piano di Iannace seguendo i ripidi tornanti della stradella di servizio dell'Acquedotto Pitt'Accurc', si prosegue lungo la strada fino al suo termine in prossimità della presa dell'acquedotto.
Da qui in poi il terreno è scoperto e si procede senza percorso obbligato salendo su Serra di Crispo dai bei pendii più avanti a sinistra, tra rocce e pini loricati.

Escursioni nel Parco Nazionale del Pollino

Scopri i sentieri e gli itinerari di escursionismo del Parco Nazionale del Pollino e trascorri una giornata immerso nella natura. Escursioni mozzafiato!

PER INFORMAZIONI E PRENOTAZIONI CONTATTA L'A.S.D. POLLINO TRAIL:

Classificazione delle difficolta' escursionistiche

In montagna, dove le condizioni ambientali sono molto variabili, una classificazione delle difficoltà rimane comunque indicativa.

  • C - Culturale. Itinerario di interesse culturale, archeologico, storico, artistico, ecc. con brevi camminate.
  • T - Turistico (facile per tutti). Itinerario su percorso non lungo, ben evidente, senza problemi di orientamento. Richiede una certa conoscenza dell'ambiente montano e una preparazine fisica relativa alla camminata.
  • E - Escursionistico (media difficoltà). Itinerario che si può sviluppare su sentieri di ogni genere ma non problematici non richiedendo l'uso di equipaggiamento specifico. Richiede un sufficiente senso di orientamento, esperienza e conoscenza del terreno montagnoso, allenamento alla camminata oltre a calzature ed abbigliamento adeguati.
  • EE - Escursionisti Esperti (difficoltoso). Percorsi che implicano una capacità di muoversi su terreni particolari a quote relativamente elevate. Sono necessarie esperienza di montagna in generale e buona conoscenza dell'ambiente alpino, equipaggiamento, attrezzatura e preparazione fisica adeguata.
  • EEA - Escursionisti Esperti con Attrezzatura (molto difficoltoso). Percorso attrezzato o via ferrata dove si richiede l'uso di dispositivi di autoassicurazione (corde, imbragatura, moschettoni, ramponi, piccozza).
  • EAI - Escursionismo in Ambiente Innevato: Itinerari in ambiente innevato che richiedono l’utilizzo di racchette da neve, con percorsi evidenti e riconoscibili, con facili vie d’accesso, di fondo valle o in zone boschive non impervie o su crinali aperti e poco esposti, con dislivelli e difficoltà generalmente contenuti che garantiscono sicurezza di percorribilità. Consigliata l’attrezzatura personale per l’autosoccorso (ARTVA, pala, sonda).
  • A - Alpinistico: Itinerari impegnativi su roccia, su ripidi nevai, su ghiacciaio, che richiedono conoscenza delle tecniche di arrampicata e delle manovre di cordata, l’uso di attrezzatura alpinistica omologata, l’uso corretto di piccozza e ramponi, buon allenamento, adeguato abbigliamento ed esperienza di alta montagna.