Castello del Drogo, Alessandria del Carretto

Castello non più esistente

Da alcuni documenti, presentati per delimitare i confini comunali, viene reso noto che, nella zona di Alessandria del Carretto, nel XVI secolo, era presente un villaggio posto a quota più alta rispetto ad Alessandria denominato Esco Ferrato o Serrato, così come viene riportato su alcune vecchie carte.

Per quanto riguarda le origini di Alessandria si è in possesso di un documento che risale a pochi decenni dopo la formazione dell'attuale abitato, si tratta della Storia di Oriolo di G. Toscano (manoscritto curato e pubblicato dalla prof.ssa Pina Basile). Il Toscano afferma che nell'attuale territorio di Alessandria era esistito, in tempi remoti, un castello: Castello del Drogo, di cui non esistevano più tracce.

Notizie su Castello del Drogo sono riportate su alcune allegazioni, relative a cause tra gli Alessandrini con il feudatario, datate ultimo quarto del XVIII secolo. Di questo castello raccontavano, più come favola che come fatto accertato, anche gli anziani di Alessandria.
Alcuni esperti, d'accordo con il Toscano, lo situavano a Tolino, mentre altri lo ponevano in contrada Acqua Farina, altri ancora, in contrada Francomano. Se del Castello non si trovano più tracce, qualcosa era visibile, sino a circa dieci anni fa, a Tre Arie (tre aie): piccoli frammenti di ceramica del tipo aretina, di dolii, di mattoni e tegole. Si racconta anche che, nel secolo scorso, con i mattoni di Tre Arie furono costruiti tutti i forni presenti nelle case di campagna della frazione Foresta. Se si considera, poi, il toponimo locale che è Timpone dei Morti, si può facilmente pensare che in questa località esistesse la necropoli di un qualche abitato o di qualche grossa fattoria del I secolo d.C..

È chiaro che tra il villaggio o il castro, se ci rifà alle ipotesi che vogliono che a Tre Arie si trovasse Castello del Drogo, e l'odierna Alessandria ci sono almeno 5 secoli abbondanti e che quindi non esiste nessun nesso tra l'antico abitato e quello di cui noi ora ci interessiamo. Ma che esistesse un abitato molto più antico di Alessandria è confermato anche da scrittori quali: il Barrio, il Martire, il Giustiniani e altri che nei loro scritti, parlando di Alessandria dicono che questo paese è sorto nel territorio di un altro che nell'antichità prendeva il nome di Torricella e gli abitanti più vecchi di S. Paolo Albanese, centro sorto nel '500 ad opera di esuli albanesi, indicano ancora oggi gli abitanti di Alessandria come "quelli di Torricella".

Testo a cura di Ettore C. Angiò

Visite guidate ai castelli rupestri del Parco Nazionale del Pollino

PER INFORMAZIONI E PRENOTAZIONI CONTATTA L'A.S.D. POLLINO TRAIL:

Rimani aggiornato sulle nostre attività

Con la registrazione al servizio di newsletter, l'indirizzo email dell'utente viene inserito in una lista di contatti a cui potranno essere trasmessi messaggi email contenenti informazioni o aggiornamenti sulle attività svolte dalla associazione Pollino Trail, nel rispetto delle regole e dei principi previsti dal GDPR Reg. 679/16. L'utente ha la facoltà di rettificare, cancellare, limitare o opporsi all'uso e al trattamento dei dati personali raccolti. Per la lettura della informativa sulla privacy completa visitare la pagina "privacy policy".