Il parco nazionale del Pollino

La fauna del parco nazionale del pollino

Tra le cime più alte volteggia l'aquila reale.

Le zone coperte di boschi sono popolate da fauna in via di estinzione: il lupo appenninico, il capriolo di Orsomarso, il picchio nero, il falco pellegrino, il gufo reale e il corvo imperiale.

Il Parco Nazionale del Pollino

Fauna Parco Nazionale del Pollino | Animali Pollino

L'area del Pollino dal punto di vista faunistico

La fauna dell'area del Pollino, per la varietà di ambienti e posizione geografica, è fra le più importanti di tutto il meridione d'Italia.

Presenti nel Parco Nazionale del Pollino tutte le specie di mammiferi più importanti dell'Appennino meridionale. Fra i carnivori, vive nel Parco una cospicua popolazione di lupo appenninico (Canis lupus), il gatto selvatico (Felis silvestris), la martora (Martes martes), la puzzola (Mustela putorius) e la lontra (Lutra lutra). La presenza della Lontra certifica che i torrenti e i fiumi del Parco del Pollino, sono tra i più sani e puliti in Italia.
Tra gli ungulati, oltre al comune cinghiale (Sus scrofa), anche il capriolo (Capreolus capreolus) presente prevalentemente sui Monti dell'Orsomarso.

Varie e particolarmente interessanti le specie di uccelli: la coturnice (Alectoris graeca), tipica delle zone montane aperte con scarsa vegetale. Presente è anche il raro picchio nero (Dryocopus martius), il più grande picchio europeo e i più comuni picchio verde (Picus viridis) e picchio rosso maggiore (Picoides major); presenti tutte e cinque le specie italiane di allodola. Di recente è stata rilevata la presenza del gracchio corallino.
Dodici sono le specie di rapaci diurni nidificanti: l'aquila reale (Aquila chrysaetos), presente con poche coppie nel versante sud del Parco; il nibbio reale reale (Milvus milvus), il falco pellegrino (Falco peregrinus) e il grifone (Gyps fulvus).
Presenti nel versante est del Parco due specie estremamente minacciante: il lanario (Falco biarmicus feldeggii) ed il capovaccaio, piccolo avvoltoio bianco e nero ridotto, presente, in Italia con pochissime coppie nidificanti. Il più raro tra i rapaci notturni è il grande gufo reale.

Fra i Roditori più importanti va ricordato il driomio (Dryomys nitedula), un piccolo gliride presente, oltre che sui rilievi montuosi calabresi, solo sulle Alpi orientali. L'istrice (Hystrix cristata) nel settore meridionale e orientale del Parco e solo pochissimi nuclei di lepre appenninica (Lepus corsicanus).

Fra gli insetti il Buprestis splendens, un coleottero rarissimo in Europa, e la Rosalia alpina un appariscente coleottero di colore azzurro cenere con macchie nere vellutate, tipico delle estese faggete mature, presenti nel Pollino e nei Monti dell' Orsomarso, e indice di un basso grado di alterazione degli ambienti forestali.

Fra le specie di farfalle la Melanargia arge. Tipico delle zone aride del Parco è la malmignatta, un ragno rosso e nero dal morso doloroso e tossico.

Fra i crostacei il Chirocephalus ruffoi, tipico del Pollino ed individuato solo in alcune pozze d'alta quota; il gambero di fiume, che è un indicatore di una elevata qualità delle acque.

Tra gli anfibi il Tritone Crestato italiano, anfibio rarissimo avvistato in una valle del fiume Argentino; la salamandrina dagli occhiali (Salamandrina terdigitata), un endemismo dell'Appennino meridionale; l'ululone dal ventre giallo e la raganella.

Tra i Rettili, vivono, nel Parco del Pollino, due specie minacciate: la testuggine palustre (Emys orbicularis), tartaruga carnivora presente a quote elevate, e la testuggine comune.
Tra i serpenti più significativi: il cervone, il colubro leopardino e la vipera.

Escursioni nel Parco Nazionale del Pollino

Scopri i sentieri e gli itinerari di escursionismo del Parco Nazionale del Pollino e trascorri una giornata immerso nella natura. Escursioni mozzafiato!

PER INFORMAZIONI E PRENOTAZIONI CONTATTA L'A.S.D. POLLINO TRAIL: